Regione Veneto

Archeologia, storia, musica e letteratura: gli appuntamenti alla scoperta di Este

Pubblicato il 19 agosto 2020 • Biblioteca Civica , Eventi - Cultura

Gallana: «Riscopriamo Este, i suoi monumenti archeologici e i personaggi che l'hanno vissuta prima di noi. Grazie a Studio D visite guidate per bambini e adulti».
L'ultimo weekend di agosto, per la Città di Este, sarà all'insegna della scoperta con visite guidate, concerti, incontri con l'autore e percorsi animati, permetteranno di vivere giornate di conoscenza e arricchimento culturale, esplorando i luoghi storici della città accompagnati da esperti di archologia, storia e letteratura.
«Gli eventi “Di Fonte in Fonte”, organizzati insieme a Studio D, permetteranno di riscoprire tutte le “fonti” che hanno fatto la storia di Este - afferma il sindaco Roberta Gallana. - Dalle aree archeologiche ai luoghi simbolo delle suggestioni letterarie, dai monumenti caratteristici alle tracce di storia disseminate da un originale “Pifferaio Magico” per incuriosire i più piccoli».
Camminare, osservare, ascoltare , riscoprire la città attraversando 2000 anni di storia, in due giorni di fine agosto, anche alla luce del crepuscolo. Accadrà venerdì 28 e sabato 29 agosto, dalle 17.00 alle 19.30, percorrendo itinerari adatti a tutti, accompagnati da esperti di archeologia e letteratura.
«L’obiettivo è quello di far comprendere come la valorizzazione del patrimonio cultrale, anche con nuove modalità di comunicazione e con particolare attenzione ai diversi tipi di pubblico, sia sempre segno distintivo di una società civile» sottolineano gli archeologi dell'associazione Studio D.
Una delle tappe di visita sarà l’area archeologica di via Santo Stefano, per un tuffo nell’organizzazione esterna di una necropoli, nella ritualità di una società articolata in modo complesso, quale fu quella dei Veneti antichi.
Altro luogo di sosta sarà la terrazza ai piedi della Torre del Mastio per conoscere le strutture murarie, i materiali di reimpiego e per riscoprire le origini medievali di Este. Infine, gli esterni di Villa Benvenuti e Villa Kunkler, residenze che hanno ispirato e ospitato gli autori di affascinanti opere letterarie note al mondo intero. Qui, le “fonti” scritte del mondo della letteratura antica e moderna, lette ad alta voce, ricreeranno suggestioni e atmosfere, per scoprire analogie e istituire confronti con l’attualità.
La proposta per famiglie con bambini della scuola primaria, prevede, per sabato 29 agosto, un percorso itinerante a ritroso nel tempo con un ospite d’eccezione: un antenato famoso, capace di raccontare le mille sfaccettature del periodo medievale atestino, all'insegna della storia condita con un pizzico di ironia, per far scoprire ai piccoli visitatori le origini e gli antichi segreti del castello di Este.
«Una bellissima occasione per visitare le aree culturali di Este, con la guida di esperti del settore - commenta il Sindaco Roberta Gallana. - Il Mastio del Castello Carrarese, punto più alto della splendida cornice dei nostri Giardini, risale al 1339-1340, riportandoci nel periodo dell'Este Basso-Medievale, mentre l'area archeologica di via S. Stefano rappresenta ciò che resta di Este antica, con tutto il fascino della storia del 1° millennio a.C».
Oltre agli appuntamenti dedicati all'archeologia, grande attenzione anche alla letteratura e alla poesia.
Il suggestivo concerto “Shelley in Italia - Versi scritti fra i Colli Euganei” in programma il 22 agosto alle ore 21.00 presso la Sala Grande del Chiostro delle Consolazioni permetterà di riscoprire i versi del poema di Shelley, importante poeta romantico inglese, che visse a Este nel 1818, insieme alla moglie Mary Shelley. Il concerto, a cura dell'Associazione Gabinetto di Lettura, accompagnerà le musiche di Beethoven ai versi del poeta inglese.

Tutte le attività si svolgeranno nel rispetto delle norme di sicurezza anti Covid.
Per prenotazioni e informazioni consultare le locandine allegate.

Concerto Shelley
Allegato 1.51 MB formato pdf
Scarica
Visite accompagnate Stufio D
Allegato 635.00 KB formato pdf
Scarica