Regione Veneto

Dai colli all'Adige: protocollo d'intesa tra Este, Borgo Veneto e Ospedaletto Euganeo

Gallana: «Schema di Convenzione tra i Comuni per richiedere contributi al GAL Patavino, al fine di mettere in sicurezza il percorso ciclopedonale "Anello Città Murate", nei tratti di Ponte della Torre e Ponte Sostegno. Grande attenzione alla mobilità sostenibile».

Durante l'ultima seduta del Consiglio Comunale della Città di Este, il 4 settembre 2020, è stato approvato uno schema di convenzione tra i Comuni di Este, Borgo Veneto e Ospedaletto Euganeo per la presentazione di una richiesta di contributo riguardante il programma di sviluppo rurale per il Veneto, 2014-2020 "Dai Colli all'Adige 2020 - Nuova energia per l'innovazione dello sviluppo locale tra colli, pianura e città murate"

«Il Piano Provinciale delle piste ciclabili prevede la connessione della rete ciclabile, valorizzando i percorsi storici e naturalistici, attraverso la realizzazione, il miglioramento e la messa in sicurezza del percorso ciclo turistico delle "Città Murate" - spiega il Sindaco Roberta Gallana. - L'obiettivo dell'intesa tra i Comuni di Este, Borgo Veneto e Ospedaletto è quello di richiedere al GAL Patavino un contributo per mettere in sicurezza il percorso ciclopedonale "Anello Città Murate", nei tratti di Ponte della Torre e Ponte Sostegno».

Amministrazione Provinciale e Amministrazione Comunale hanno come proposito lo sviluppo e la promozione della mobilità dolce, incentivando l'utilizzo di percorsi che permettano a cittadini e turisti di riscoprire il territorio, valorizzato anche dall'impegno nella sostenibilità ambientale.

Il Programma di Sviluppo locale 2014-2020 "Dai Colli all'Adige 2020 - Nuova energia per l'innovazione dello sviluppo locale tra colli, pianura e città murate", sistema di promozione che coinvolge ben 44 Comuni dell’area tra i Colli Euganei e la Bassa Padovana, tra cui è presente anche la Città di Este, è stato approvato nel 2016 dalla Giunta Regionale del Veneto.

«Nel maggio di quest'anno, il GAL Patavino, Gruppo di Azione Locale promosso dall'Unione Europea per sviluppare interventi per il miglioramento delle comunità rurali, ha aperto i termini per la presentazione delle domande per ottenere un supporto agli investimenti sulle infrastrutture del territorio dedicate ai percorsi cicloturistici di tipo sostenibile - informa il Sindaco Gallana. - I Comuni di Este, Borgo Veneto e Ospedaletto, riconoscendo l'importanza e il valore delle piste ciclabili per il nostro territorio, intendono aderire al progetto per la realizzazione del percorso "Città murate", promosso dalla Provincia di Padova, al fine di ottenere contributi che verranno utilizzati per la realizzazione e il miglioramento delle ciclovie».

Durante gli ultimi incontri del tavolo istituzionale del GAL Patavino, infatti, è emersa la volontà di definire accordi di aggregazione tra gli enti partecipanti, individuando, per ciascun intervento, un ente capofila. Nel Protocollo d'intesa tra i tra Comuni della Bassa Padovana, Este è stato individuato come soggetto capofila, attuatore e unico referente del Piano degli interventi per gli aspetti amministrativi e finanziari.

«I lavori previsti sul territorio sono pari ad un importi di 215.000,00 euro. I Comuni di Borgo Veneto ed Ospedaletto avranno a carico, rispettivamente, 2000 euro. Este, invece, 24.500,00 euro - comunica il Sindaco Roberta Gallana. - Il Comune di Este, quale capofila, presenterà una domanda di finanziamento al GAL Patavino, per la realizzazione dei progetti sulle infrastrutture. Il cicloturismo è per questa Amministrazione di fondamentale importanza, per garantire la sicurezza dei ciclisti, ma anche per promuovere il rispetto dell'ambiente e la sostenibilità».