Regione Veneto

Manutenzione straordinaria dei cimiteri di Pra' e Deserto d'Este

Investimenti per la manutenzione straordinaria sui cimiteri di Este. Per risolvere lo storico problema della mancanza di spazi nei cimiteri, l'amministrazione atestina continua ad investire nella realizzazione di nuovi loculi e ossari/cinerari presso i cimiteri delle frazioni di Deserto e Prà.
Con le delibere di Giunta del 12 agosto si è valutato di dare priorità alla realizzazione sia di loculi che di ossari/cinerari, considerato che oramai sono le sepolture di maggiore utilizzo. A Prà quindi saranno costruiti con un primo stralcio 16 loculi e 30 ossari, il secondo stralcio completa l'opera aggiungendo 16 loculi e ulteriori 36 ossari. A Deserto d'Este l'intervento prevede, con un primo stralcio, la costruzione di 15 loculi e 77 ossari e la sistemazione parziale del muro di cinta e, con il secondo stralcio, il completamento dell'opera aggiungendo altri 66 loculi e la pavimentazione. Lo scopo dei progetti, oltre ad implementare la disponibilità di sepolture, è quello di migliorare l'aspetto e la fruizione dei siti cimiteriali introducendo anche nuovi elementi di decoro. Gli importi messi a disposizione sono in totale di € 59.945 per il cimitero di Prà e di € 51.069  per il cimitero del Deserto d'Este per un totale di 256 nuovi spazi per la sepoltura delle salme nelle frazioni. «All'inizio del nostro mandato abbiamo trovato una situazione molto critica nei cimiteri - afferma il vicesindaco Aurelio Puato -, sia per la mancanza di spazi sia per la manutenzione ordinaria».
Ai lavori appena deliberati per le frazioni, vanno aggiunti circa € 330.000, in parte già spesi, per lavori nel cimitero Maggiore, relativi alla costruzione di 250 ossari sul settore L, compresa l'impermeabilizzazione degli stessi.
«Nel cimitero Maggiore - aggiunge Puato - sono stati eseguiti lavori di pavimentazione per l'eliminazione delle barriere architettoniche e una nuova linea di smaltimento delle acque meteoriche. Inoltre, a breve partiranno i lavori grazie a un finanziamento della Regione Veneto di circa € 100.000. Con queste risorse sarà possibile completare e abbattere le barriere architettoniche  per l'accessibilità al Famedium. In più, con altri € 150.000, sarà possibile risolvere gravi problemi statici dell'ala destra del Famedium, con la manutenzione straordinaria del tetto e della pavimentazione. L'obiettivo è anche quello di abbattere le barriere architettoniche realizzando un nuovo servizio igienico adeguato all'interno del Cimitero Maggiore».
«Con un buon lavoro di squadra - conclude l'assessore ai Lavori Pubblici, Paolo Rosin - l'Ufficio Tecnico e il settore Amministrativo che gestisce i servizi cimiteriali hanno permesso di dare risposte concrete alle esigenze attuali e future dei diversi siti cimiteriali della città. Ci sono ancora criticità importanti da sistemare che stiamo programmando di risolvere per i prossimi anni».


L'ingresso del cimitero di Pra' d'Este.

 


L'ingresso del cimitero di Deserto d'Este