Regione Veneto

Fai una cosa giusta: non abbandonare gli animali

Pubblicato il 14 agosto 2020 • Ambiente , Comune

Con l’arrivo dell’estate il fenomeno dell’abbandono degli animali domestici arriva all’apice.

Abbandonare un cane o un gatto domestico significa nella maggior parte dei casi condannarli a morte. Un animale abituato a stare in famiglia se lasciato a sé stesso spesso non è in grado di sfamarsi e di trovare acqua; nella maggior parte dei casi sopravvivrà pochi giorni per la paura, le strade con le macchine e la scarsità di cibo e acqua.

Oltre a essere un reato, l'abbandono porta a un dispendio di soldi pubblici che ricade sull'intera collettività: considerando che per ogni cane ospitato in canile ogni Comune paga circa 1.000 euro all'anno, e nei canili italiani ci sono circa 200.000 quattro zampe, le proporzioni del fenomeno sono rilevanti.

L'Amministrazione comunale invita i cittadini a rispettare sempre gli animali e a non abbandonarli nei periodi di vacanza, ma provvedendo a soluzioni alternative, nel caso non vi sia la possibilità di portarli con sé.

Quando ci troviamo davanti ad un animale abbandonato è possibile chiamare le forze dell’ordine, come ad esempio la polizia locale o i carabinieri.

 

RispettiAMOli, No all'abbandono!
Allegato 287.00 KB formato pdf
Scarica