Regione Veneto

Il Municipio di Este e il Museo Nazionale Atestino si tingono di rosa

Pubblicato il 1 ottobre 2020 • Eventi - Cultura , Pari opportunità , Sociale

Il Municipio di Este e il Museo Nazionale Atestino si tingono di rosa per il mese della prevenzione del tumore al seno.
Gallana: «Ottobre è il mese dedicato alla prevenzione dei tumori femminili, arma più importante per sconfiggere il cancro. Promuoviamo il progetto “Nastro Rosa 2020” e il calendario “Donna siCura di sé”».

Il Municipio di Este e il Museo Nazionale Atestino si tingono di rosa durante il mese di ottobre per sensibilizzare le donne al tema dell’importanza della prevenzione, nella lotta del tumore al seno. Este, infatti, parteciperà alla Campagna “Nastro Rosa 2020” della Lega Italiana per la Lotta ai Tumori. Le finestre del Municipio verranno illuminate di rosa e saranno presenti due banner, per indicare la partecipazione del Comune di Este all’iniziativa “Nastro Rosa” di quest’anno. Un terzo banner sarà esposto al Museo Nazionale Atestino, teatro di due eventi dedicati al mondo femminile.

«Da quasi trent’anni, il mese di ottobre è dedicato alla prevenzione del tumore al seno e, più in generale, dei tumori femminili - spiega il Sindaco Roberta Gallana. - Solo in Veneto, ogni anno, a 5000 donne viene diagnosticato il tumore al seno. Il Comune di Este partecipa quest’anno alla Campagna internazionale di prevenzione del tumore al seno “Nastro Rosa 2020” durante il mese di ottobre. La prevenzione, infatti, è l’arma più importante per sconfiggere il cancro, ma purtroppo se ne fa ancora troppo poca».

L’edizione 2020 della Campagna “Nastro Rosa” sarà resa speciale dalla partecipazione dei Municipi all’iniziativa proposta da LILT, Lega Italiana per la Lotta ai Tumori, che chiede di illuminare di rosa le sedi comunali, come segno tangibile ed esclusivo della campagna di prevenzione. La Campagna internazionale verrà inaugurata a Padova sabato 3 ottobre.

«Promuoviamo la prevenzione come miglior cura contro il cancro – continua il Sindaco Gallana. - L’invito a tutte le donne è quello di condurre una vita sana, evitando il fumo, curando l’alimentazione e svolgendo attività fisica, ma anche di svolgere controlli periodici con test di screening e visite mediche. Fare prevenzione oncologica significa avere un minor rischio di tumore, ma anche avere più possibilità di guarigione. Con questo progetto vogliamo sensibilizzare le donne alla diagnosi precoce del tumore al seno».

ottobre rosa

Parallelamente all’iniziativa di LILT per la Provincia di Padova, anche le Associazioni del territorio promuovono la prevenzione, con la classica rassegna di eventi dedicati alle donne “Donna SiCura di sé”. L’Associazione Riprogettare la Vita di Este, infatti, anche per l’edizione 2020 del mese della prevenzione del tumore al seno.

«Non bisogna aspettare il momento giusto per fare prevenzione. Il momento giusto è ogni momento, perché prevenzione significa anche scegliere, a ogni età e all’interno di qualsiasi progetto di vita, abitudini che ci fanno sentire meglio e proteggono la nostra salute. - afferma l’Assessore al Settore Sociale Lucia Mulato. - La prevenzione è volersi bene e prendersi cura di sé: non c’è una data per iniziare a farlo, né tantomeno una per smettere. Riprogettare la vita, presente nel nostro territorio da diversi anni e molto attiva in questo campo, ci offre anche quest’anno diverse occasioni per spunti di riflessione.»

Il primo evento dedicato all’ottobre rosa si terrà venerdì 2 ottobre, alle ore 20.45, presso la Chiesa dell’Istituto Salesiano ex Collegio Manfredini. Si tratta del concerto “In-canto per le donne” del Coro San Marco di Camposampiero.

Domenica 11 ottobre, alle ore 15.00, si terrà invece l’evento “Frammenti di Vita”, presso il Chiostro delle Consolazioni. Interverranno il dottor Pierpaolo Pavan, responsabile del Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione di Vicenza e lo Cheff Andrea Cesaro con il suo show cooking. Durante il pomeriggio vi sarà anche il laboratoro di Kintsugi, arte giapponese di riparazione della ceramica, a cura del ceramista Alfredo Dal Santo. Altro laboratorio presente sarà quello di Riciclo creativo, curato da Maria Luisa Rea e Serafina Guariento.

«Invitiamo tutte le donne a partecipare agli eventi in programma – afferma Sabrina Rizzo, Presidente dell’Associazione Riprogettare la Vita. - I laboratori, in particolar modo, permetteranno l’interattività tra le persone, proponendo interessanti spunti di riflessione e confronto. Tutti gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti-Covid19».

Anche il Museo Atestino aderisce all’iniziativa dedicata alla prevenzione dei tumori femminili, con due eventi gratuiti. Venerdì 16 ottobre, alle ore 17.30, si svolgerà la conferenza “Profumo di donna”a cura di Federica Gonzato, Direttrice del Museo, presso la Sala delle Colonne. Vi sarà un intermezzo musicale a cura della Scuola Civica di Este.

Ulteriore appuntamento, la visita guidata a cura di Federica Gonzato “Percorso in rosa. Le donne dei Veneti Antichi”, si terrà martedì 27 ottobre alle ore 17.30.

«Il Museo è luogo di cultura e formazione: entro questo ruolo, vedo ampio spazio per la cultura della salute. - afferma la Direttrice del Museo Nazionale Atestino, Federica Gonzato. - È importante dunque educare anche alla cultura della prevenzione. Nella sale di un museo, per quanto possa sembrare insolito, si crea l’occasione per condividere informazioni, conoscenza e diffondere comportamenti che migliorano la qualità della vita».

Altri eventi dedicati al mese della prevenzione, nell’ambito del calendario “Donna siCura di sé” si terranno a anche Monselice e Sant’Elena, a cura dell’Associazione Riprogettare la Vita.

 

Donna siCura di sé
Allegato 2.29 MB formato jpg
Scarica