Regione Veneto

Mercato del sabato: il tavolo tecnico ha siglato un accordo

Pubblicato il 28 maggio 2020 • Commercio

Gallana: «La collaborazione, la riduzione delle metrature di ogni singolo operatore e alcuni spostamenti hanno dato spazio alla sicurezza. Il mercato riapre. Queste modifiche sperimentali sono l'inizio di un percorso di riqualificazione.»

La riunione avvenuta martedì 26 maggio, tra l'Amministrazione del Comune di Este e i rappresentanti di ASCOM, Confesercenti, Appe, Este in Centro e delle diverse categorie merceologiche ha rappresentato il terzo incontro del tavolo tecnico per la riqualificazione del mercato settimanale.

«L'incontro con le Associazioni di categoria ha portato ad un accordo per la sicurezza del mercato - afferma il Vicesindaco Aurelio Puato - non solo per seguire le indicazioni sanitarie dettate dall'emergenza epidemiologica, ma anche per risolvere nodi, strettoie e criticità che impedivano ai mezzi di soccorso una viabilità sicura

Quello che è stato stabilito dall'incontro del 26 maggio rappresenta l'inizio di un percorso di riqualificazione con trasferimenti sperimentali e modifiche strutturali che vedranno, nel tempo, ulteriori cambiamenti. Le prime misure per il riassetto del mercato si sono rese necessarie a seguito del divieto di assembramenti imposto dall'emergenza sanitaria in corso, con l'obiettivo di garantire anche l'accessibilità dei mezzi di soccorso più grandi, come quelli dei Vigili del Fuoco.

«E' stato un incontro complesso - prosegue il Sindaco Roberta Gallana - con diversi nodi critici che fortunatamente si sono risolti. Il tavolo tecnico ha trovato doverose soluzioni per la difficile situazione che stiamo vivendo, siglando un buon accordo per la ripartenza del mercato nella sua forma estesa. Ho molto apprezzato come tutti i partecipanti abbiano accolto l'importanza della sicurezza di esercenti e cittadini, accettando positivamente il restringimento di alcune metrature, al fine di garantire il rispetto delle regole dettate dai Decreti del Governo.»

Tra gli aspetti tecnici, numerosi slittamenti di posto per garantire il corretto distanziamento. Spostamenti e trasferimenti nei vari posteggi liberi, anche seguendo una graduatoria al fine di affidare correttamente la disposizione. Per tutti i venditori, l'obbligo di rispettare la misura ridimensionata di 4,5 metri di profondità nel posteggio: la superficie occupata da mezzi, eventuali banchi e carrelli non dovrà quindi superare questa dimensione. Esentati dal rispetto di questa superficie solo i banchi di carattere alimentare, che per caratteristiche urbanistiche e aspetti tecnici richiedono maggiore profondità.
Divieto, inoltre, di vendita di indumenti o oggetti usati e di partecipazione al mercato di operatori precari.

«Esprimo soddisfazione per gli incontri avuti con l'Amministrazione Comunale di Este e le parti sociali coinvolte nel mercato settimanale. - afferma Antonio Zaglia, presidente di ASCOM per il mandamento di Este - Con la disponibilità di tutte le componenti si sono trovate le migliori soluzioni per ritornare ad avere un mercato attrattivo e svoltoin sicurezza ad Este.»

«Il mercato riapre. Abbiamo collaborato con l'Amministrazione Comunale - comunica Ilario Sattin, presidente di Fiva ASCOM Confcommercio. - permettendo un nuovo riassetto per il mercato settimanale che garantisca maggiore sicurezza.»

 «Sabato 30 maggio Este vedrà nuovamente il mercato completo, con la presenza degli ambulanti che svolgeranno regolarmente la loro attività nella giornata più importante della settimana - conclude poi Sergio Boggian, funzionario ANVA-Confesercenti. - Nell'incontro di martedì 26 la collaborazione di tutti ha permesso di apportare alcune modifiche che danno più sicurezza ed accessibilità al mercato, per farlo ripartire. E' iniziato inoltre un percorso di confronto con l'Amministrazione Comunale per dare al mercato di Este un assetto definitivo ed una completa riqualificazione.»