Emergenza caldo: come proteggersi

Pubblicato il 30 giugno 2021 • Ambiente , Comune

Il Comune si attiva per affrontare la calura di questo periodo predisponendo un avviso per la cittadinanza su come “affrontare il caldo". La cosa più importante da ricordare è che il caldo è pericoloso: quando la temperatura esterna supera i 32-35 gradi, quando l'alta umidità impedisce la regolare sudorazione e quando la temperatura in casa è superiore a quella esterna (locali poco ventilati, tetti e solai non ben isolati).

Fra le “regole d'oro” da adottare nei giorni più caldi dell'anno, si ricorda di:

  • evitare l’esposizione all’aria aperta nelle ore più calde
  • migliorare il clima dell'ambiente domestico e di lavoro
  • bere molto e mangiare molta frutta
  • adottare un'alimentazione leggera e conservare correttamente gli alimenti
  • indossare un abbigliamento leggero e proteggersi dai raggi solari
  • adottare alcune precauzioni quando si esce in macchina
  • evitare di alzarsi in modo brusco, in modo particolare per gli ipertesi e cardiopatici
  • attenzione ai farmaci che si assumono in caso di malattie cardiovascolari
  • porre attenzione ai cambiamenti di abitudine e di attività della persona anziana
  • conservare correttamente i farmaci.

La Regione Veneto, nell’ambito della propria attività e delle proprie competenze, con la finalità di dare una risposta efficace e tempestiva alle emergenze sanitarie e ai relativi effetti, attraverso il coinvolgimento coordinato delle strutture, regionali e non, che sono titolari di competenze in materia, ha promosso alcune azioni atte a prevenire le patologie da elevate temperature climatiche nella popolazione anziana.

E’ stata attivata la rete dei servizi territoriali per fornire assistenza ai soggetti più a rischio, in primis alla popolazione anziana. Più in dettaglio, l'ARPAV trasmetterà quotidianamente - fino al 15 settembre - un bollettino all'Azienda con le previsioni meteorologiche del giorno in corso e dei tre giorni successivi.

L’Arpav e il C.O.T. (Centrale Operativa Territoriale dell’ULSS6) informa che le temperature stazionarie associate ad un aumento dell'umidità determineranno condizioni di disagio fisico in peggioramento anche nei prossimi giorni.

Si consiglia, per affrontare le alte temperature dei mesi di luglio e agosto, di bere molta acqua, non fare attività sportiva e non restare al sole nelle ore più calde, sopratutto ai soggetti più fragili, come gli anziani e i bambini, proteggersi con cappelli e occhiali, bere molto e mangiare molta frutta, adottare un'alimentazione leggera e conservare correttamente gli alimenti, non assumere regolarmente integratori salini senza consultare il medico curante.

Per segnalazioni e informazioni di:

  • ambito socio-sanitario è attivo il seguente numero verde 800 535 535, realizzato con la collaborazione del Servizio Telesoccorso e Telecontrollo;
  • eventuali emergenze di Protezione Civile è attivo il numero verde 800 990 009

Per maggiori informazioni è possibile consultare i seguenti link:

Ministero della Salute

ARPAV - Informazioni livelli ozono

ULSS6 Euganea

Norme comportamentali in caso di alte temperature
Allegato formato pdf
Scarica